Guida alla manutenzione dei tappeti erbosi FEBBRAIO-MARZO

Home>Articoli>I consigli di MaxiGarden>Guida alla manutenzione dei tappeti erbosi FEBBRAIO-MARZO

Guida alla manutenzione dei tappeti erbosi FEBBRAIO-MARZO

Calendario delle operazioni:

CONSIGLI PRATICI PER PRATI SEMPRE AL TOP

FEBBRAIO – MARZO

Alla fine dell’inverno, con l’innalzarsi delle temperature, riprende l’attività vegetativa del tappeto erboso che si era interrotta col gelo. Con essa devono riprendere anche le operazioni di manutenzione, per far recuperare in fretta al prato l’aspetto migliore e sfruttare il favorevole periodo primaverile ormai alle porte.

Taglio

Appena l’erba riprende a crescere bisogna ricominciare con l’attività di rasatura. Il taglio va effettuato con macchine di potenza e dimensioni appropriate alla superficie su cui si opera, dotate di lame ben affilate e parallele al terreno.

Il momento della giornata migliore per il taglio è il pomeriggio, quando il prato è asciutto.

Per i comuni prati ornamentali sono consigliate altezze di taglio comprese tra 5 e 7 centimetri, e comunque non inferiore a 4. La frequenza dei tagli dipende dalla velocità di crescita dell’erba, e deve rispettare una semplice regola:

Non bisogna mai asportare più di un terzo della lunghezza della foglia!

Pertanto, più bassa è l’altezza che si vuole mantenere, più alta deve essere la frequenza delle rasature.

Arieggiatura

Dopo i primi tagli è utili arieggiare il tappeto erboso per asportare i residui delle foglie che sono morte durante l’inverno. In questo modo si asporta il seccume di colore giallo paglierino che è antiestetico, si contrasta lo sviluppo del feltro e si stimola l’accestimento di nuovi culmi e l’approfondimento delle radici.

Possono essere effettuati sia interventi di verticut, sia interventi di carotatura, entrambi seguiti dal top-dressing, cioè la distribuzione di un sottile strato di terriccio per tappeti erbosi Naturasol.

Naturasol Tappeti Erbosi è una miscela equilibrata di torba bionda fine, torba bruna, sostanza organica umificata e sabbia silicea con una granulometria idonea per la preparazione dei letti di semina, per la rigenerazione di prati diradati e per il top-dressing di prati sportivi ed ornamentali.

Rigenerazione (overseeding)

Se alcune zone del prato sono molto diradate, in questo periodo possono essere effettuate con successo delle trasemine. Utilizzare miscugli di sementi di qualità adatti a questo tipo di intervento come Compo Semi Rigenerazione, un mix di 4 varietà di Loietto perenne da distribuire alla dose di 15-30 grammi al metro quadro.

Effettuare la semina a spaglio dopo l’arieggiatura, oppure utilizzare per la distribuzione delle macchine traseminatrici in grado di effettuare dei buchi o dei solchi nel terreno entro i quali depositano i semi. La profondità di semina deve essere comunque di pochi millemetri.

 

 

Dopo la semina distribuire sul tappeto erboso un leggero strato di terriccio per tappeti erbosi Naturasol e concimare con 20 g/mq di Basatop Starter, concime a base di fosforo che stimola la germinazione.

 

 

Concimazione

Alla ripresa dell’attività vegetativa il prato ha bisogno soprattutto di
azoto. Per questo è necessario sostenere questa esigenza con concimi appropriati. Su tappeti erbosi pregiati o molto sfruttati ulilizzare Floranid Rasen; su tappeti erbosi rustici impiegare Floranid Universale. Le dosi di applicazione sono di 30 grammi al metro quadro.

 

 

 

 

 

 

 

Eliminazione del Muschio

Spesso durante i mesi invernali sui tappeti erbosi si sviluppa il muschio, soprattutto su terreni carenti d’azoto e nelle zone più ombreggiate e umide. I mesi primaverili sono quelli più appropriati per combatterlo.

FERRO TOP è un concime minerale granulare che distribuito alla dose di 30-40 grammi al metro quadro svolge una rapida azione antimuschio e rinvigorisce il prato grazie al favorevole apporto di potassio e magnesio.

Inoltre FERRO TOP è un efficace rinverdente che conferisce al prato un aspetto estetico di elevata qualità.